SICUREZZA. Caschi non sicuri, Altroconsumo annuncia ricorso al Tar

Ancora nessuna risposta dal Ministero dei Trasporti sulla questione caschi da moto poco sicuri. Altroconsumo torna a sollecitare una reazione del Ministero sui risultati del test effettuato dall’Associazione su alcuni modelli di caschi omologati e annuncia il ricorso al Tar per inadempienza sull’effettuazione di controprove tecniche sui test, effettuati da Altroconsumo lo scorso anno, sui caschi integrali.

L’Associazione ricorda che l’ultimo test, effettuato a fine gennaio, ha bocciato ben 8 modelli di caschi da moto tipo jet, tra i più diffusi sul mercato, sui 15 esaminati. "In tutta risposta – scrive l’Associazione dei consumatori – il Ministero ci ha inviato i risultati di alcune prove che ha fatto sui caschi integrali che avevamo segnalato come pericolosi un anno fa. In realtà le prove riguardano solo due modelli su quattro: in un caso i nostri risultati sono confermati, ma l’interpretazione che ne dà il ministero è diversa. Restiamo convinti – continua Altroconsumo – della pericolosità del prodotto. Il Ministero ci informa di voler verificare i caschi jet che abbiamo segnalato. Chiediamo che tutte le prove siano effettivamente fatte, in un laboratorio certificato. E alla presenza nostra".

Comments are closed.