SICUREZZA. Civitavecchia, quando il bagnino è a quattro zampe

Un bagnante è difficoltà? Niente paura: lungo il litorale di Civitavecchia ci sono 20 bagnini "speciali" pronti al salvataggio. Si tratta di operatori balneari davvero sui generis, ma che non hanno alcuna paura ad affrontare onde e flutti del mare. Sono gli amici a quattro zampe che vigilano ogni giorno con la Guardia Costiera locale. I cani di pronto intervento collaborano con la Capitaneria di Porto già da un anno, girando a bordo delle motovedette che monitorano acque e spiagge.

Per diventare "cani-bagnini", i nostri amici devono seguire un corso presso la Scuola Cani Salvataggio Tirreno di Velletri, insieme ai propri conduttori. Al termine dell’addestramento viene rilasciato un brevetto riconosciuto a livello nazionale. L’allenamento è duro e faticoso, sia per gli animali che per i loro collaboratori umani, ma i risultati che si raggiungono sono incredibili. Le razze più comunemente impegate nel soccorso in mare sono Terranova, Labrador e Golden Retriever. Nel centro di Velletri giungono cani e volontari della Protezione Civile provenienti da tutto il Centro-Sud, ma anche semplici appassionati con i loro cuccioloni. "La Protezione Civile – ha detto il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo – lavora a fianco ai reparti della pubblica amministrazione, ma ci mette più pathos. Negli ultimi anni Regione ha aumentato di 14 milioni di euro i fondi per la Protezione Civile ed oggi ci sono tutte le premesse perché la Protezione Civile sia considerata un valore aggiunto per la Regione Lazio".

Comments are closed.