SICUREZZA. Commissione Ue adotta una proposta che contrasta la frode fiscale

Adottata oggi dalla Commissione europea una proposta destinata a rafforzare la lotta contro la frode finanziaria, che elimina, inoltre, alcuni ostacoli fiscali inutili alla circolazione delle merci sottoposte ad accise nell’Ue. La finalità della proposta è la revisione della direttiva relativa ai regimi generali dei prodotti con accise, come le bevande alcoliche, prodotti del tabacco e oli minerali.

Si vuole stabilire un quadro giuridico che permetta l’utilizzo di un sistema informatico che sorvegli i movimenti delle merci sottoposte ad accise (EMCS), e che sarà operativo a partire da aprile 2009. Tale sistema rafforzerà la lotta contro la frode fiscale, perché offrirà alle amministrazioni competenti un mezzo più rapido ed efficace di scambio di informazioni, andando a risolvere molte lacune rilevate nel sistema cartaceo utilizzato attualmente.

La proposta adottata oggi prevede anche di liberalizzare le regole applicabili alle bevandealcoliche comprate in uno Stato membro e trasportate in un altro Stato dell’Unione europea. Per i prodotti acquistati da singoli individui, per i loro bisogni, dovranno essere tassati dallo Stato membro dell’ acquisto; per gli scambi di natura commerciale, si manterrà il principio di base secondo il quale la tassa è stabilita dallo Stato della destinazione del prodotto.

Laszlò Kovacs, membro della Commissione responsabile della fiscalità e dell’unione doganiera, ha dichiarato: "La proposta adottata oggi contiene importantedisposizioni che garantiranno agli individui singoli e alle imprese dell’Ue la libertà di comprare e di vendere merci oltre le frontiere, senza ostacoli fiscali inutili".

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.