SICUREZZA. Commissione Ue: no a limitazioni sulla taglia dei bagagli a mano sugli aerei

Entra oggi in vigore il nuovo regolamento che annulla le limitazioni comunitarie sulla taglia dei bagagli a mano dei passeggeri di aerei. Le disposizioni annullate oggi facevano parte di un insieme di misure destinate a migliorare l’efficacia dell’ispezione dei bagagli negli aeroporti, prese a seguito del complotto sventato ad agosto 2006 nel Regno Unito che coinvolgeva gli aerei civili. I limiti di taglia per i bagagli avrebbero dovuto facilitare il lavoro del personale di sicurezza nella ricerca di articoli vietati.

Secondo la Commissione europea il suggerimento dell’associazione dei trasportatori aerei IATA di limitare la taglia dei bagagli in cabina per tutta l’Ue a 56 x 45 x 25 è una misura troppo restrittiva. Alcuni studi hanno dimostrato che la taglia dei bagagli influisce sul lavoro del personale di sicurezza molto meno che altri fattori e i costi di questa proposta non favoriscono la sua messa in atto.

Pertanto saranno le compagnie aeree a decidere, come fanno già adesso, la taglia, la forma e il numero di bagagli a mano ammessi, in funzione dei loro apparecchi. Gli Stati membri godono comunque del diritto di imporre limiti più severi, in relazione alle situazioni locali o in risposta alle minacce di terrorismo.

Il vicepresidente della Commissione Ue Jacques Barrot ha dichiarato: "Noi dobbiamo trovare un giusto equilibrio tra confort dei passeggeri e sicurezza. Le nostre regole di ispezione sono già molto severe e mi sembra che sia necessario verificare la reale utilità di altre misure prima di introdurle. In questo caso – ha concluso Barrot – è evidente che queste limitazioni supplementarie non rappresentano un progresso sufficiente in materia di sicurezza".

Comments are closed.