SICUREZZA. Commissione Ue propone di migliorare l’uso di sottoprodotti animali

Regole più chiare e proporzionate ai rischi per i sottoprodotti animali. E’ quanto si legge nella comunicazione adottata oggi dalla Commissione Ue che ha l’obiettivo di preservare l’elevato livello di protezione contro i rischi per la salute pubblica, la salute animale e l’ambiente. Ogni anno, nell’Unione europea, vengono generati 15 tonnellate di questo tipo di prodotti. La proposta di un regolamento più chiaro e di un quadro generale più definito va a vantaggio degli agricoltori e di altri settori che utilizzano i sottoprodotti animali; le nuove norme definiscono in quali circostanze e in quali modalità si applicherà la legislazione ambientale e facilitano l’utilizzo delle materie di origine animale per le applicazioni tecniche. Inoltre i sottoprodotti animali sono sempre più usati nella produzione cosmetica, dei medicamenti e degli strumenti diagnostici; le pelli servono a confezionare prodotti da cucito, il latte in polvere per l’alimentazione degli animali, i prodotti sanguigni per gli strumenti diagnostici.

La proposta di oggi della Commissione mira anche a migliorare la coerenza tra le disposizioni del diritto comunitario e le regole sanitarie applicabili ai sotto prodotti animali. Il progetto di regolamento preserva le garanzie fondamentali introdotte nel 2003 contro i rischi per la salute pubblica. Esso mantiene la classificazione di questi sottoprodotti basata sui rischi, che determina se tali sostanze possono essere utilizzate come alimenti per gli animali, nella produzione di prodotti tecnici o se devono essere distrutte. Resta in vigore, infine, il divieto di nutrire gli animali di una specie, con dei materiali che provengono dalla stessa specie.

La Commissaria Ue responsabile della Salute pubblica, Androulla Vassiliou, ha dichiarato: "Questa proposta attualizza le nostre regole sui sottoprodotti animali sopprimendo, nella misura possibile, gli ostacoli inutili e gli obblighi doppi, e chiarificando i casi in cui si applicano le leggi connesse. Allo stesso tempo, le garanzie essenziali per la salute degli animali e per la salute pubblica vengono mantenute elevate, nella protezione dei consumatori."

Comments are closed.