SICUREZZA. Criminalità e terrorismo, Commissione Ue approva Libro verde

Una lotta più efficace contro la criminalità e il terrorismo e una migliore protezione del cittadino attraverso una maggiore interazione tra il settore pubblico e privato e un aiuto concreto alle autorità degli Stati membri per l’impiego di strumenti più adeguati al minor costo possibile. Questi gli obiettivi contenuti nel Libro verde sulle tecnologie di rilevazione per le autorità di polizia, doganali e di sicurezza adottato dalla Commissione europea.

Il Libro verde, nello specifico, intende:

  • indirizzare meglio gli investimenti per la standardizzazione, la ricerca, la certificazione e l’interoperabilità dei sistemi di rilevazione nuovi e innovativi (con l’obiettivo di integrare in un unico strumento o sistema i sistemi di rilevazione in grado di individuare varie sostanze);
  • migliorare lo scambio di informazioni ed esperienze sull’uso di strumenti di rilevazione;
  • trasformare i risultati della ricerca in strumenti utili e applicabili (per ridurre i tempi di attesa, accrescere l’efficienza, ecc.) ;
  • migliorare la protezione degli eventi a grande partecipazione di pubblico.

Il documento mira a stimolare la collaborazione tra pubblico e privato, per promuovere lo sviluppo di un mercato avanzato di tecnologie di rilevazione certificate, con l’obiettivo di una maggiore disponibilità di prodotti e servizi a costi inferiori.

La pubblicazione del Libro verde rientra nel più ampio dialogo tra il settore pubblico e privato sulle questioni della sicurezza, oggetto anche di una conferenza svoltasi a Bruxelles il 28 e il 29 novembre 2005, alla quale hanno partecipato rappresentanti delle autorità di polizia, doganali e di sicurezza degli Stati membri e rappresentanti delle imprese operanti nel vastissimo settore della rilevazione.

Comments are closed.