SICUREZZA. Da oggi i girelli europei sono più sicuri

Ogni anno migliaia di bambini finiscono al pronto soccorso in seguito ad incidenti causati dai girelli. Questi strumenti che dovrebbero aiutare il bambino ad imparare a camminare rappresentano purtroppo anche un rischio, come attestano i dati raccolti presso i centri di pronto soccorso dell’Unione Europea e degli Stati Uniti. Ricerche effettuate in Australia indicano che tra i bambini che usano girelli almeno uno su tre riporterà prima o poi una lesione; secondoil Child Accident Prevention Trust del Regno Unito i girelli, rispetto a qualsiasi altro articolo di puericoltura, sono all’origine del maggior numero degli incidenti di cui sono vittima i bambini. Ribaltamenti o cadute dalle scale con il girello possono causare gravi danni o lesioni del capo.

Da tempo l’Unione Europea stava cercando una soluzione e oggi la Commisisone Ue ha adottato una norma comunitaria di sicurezza che introduce una disposizione relativa a test di stabilità durante la produzione dei girelli per ridurre il rischio di ribaltamento.

La nuova norma contiene anche disposizioni e metodi di prova per la fabbricazione dei girelli in modo da ridurre la possibilità per i bambini di sporgersi per raggiungere oggetti pericolosi e di cadere in luoghi instabili come ad esempio scale o curve. Infine la nuova norma impone di corredare i girelli di istruzioni per attirare l’attenzione degli adulti sul fatto che il prodotto non è destinato a bambini al sopra di un certo peso o ai bambini che sono ancora troppo giovani per poter stare seduti senza aiuto.

Tutti gli operatori economici e le autorità preposte alla sorveglianza del mercato avranno dunque un riferimento unico, chiaro e di facile applicazione per la produzione, l’importazione e il controllo dei girelli nell’ottica della sicurezza.

Il nuovo standard di sicurezza è stato sviluppato dal Comitato europeo di normalizzazione (CEN) ed è già utilizzata dalle autorità preposte alla sorveglianza del mercato negli Stati membri nei loro controlli sul mercato per individuare prodotti di puericoltura carenti sul piano della sicurezza. Sebbene queste norme siano volontarie conferiscono al prodotto una presunzione di sicurezza e tendono a diventare norme comuni all’industria.

"Questa norma contribuirà alla sicurezza dei più giovani e dei più vulnerabili tra i cittadini dell’Ue. Anche se la sorveglianza dei genitori o di un adulto costituisce la massima garanzia di protezione per un bambino, un extra di precauzioni di sicurezza nella fabbricazione dei prodotti per l’infanzia è anch’esso cruciale", ha commentato così l’introduzione del nuovo standard di sicurezza per i girelli il Commissario Ue responsabile per la protezione dei consumatori, Meglena Kuneva.

Questi alcuni dei dati allarmanti sugli incidenti causati da cadute o ribaltamenti con il girello. In Portogallo 850 bambini tra i 7 e i 15 mesi hanno avuto bisogno di cure d’emergenza per le lesioni riportate a causa dei girelli. La metà di questi casi era dovuta a cadute dalle scale e più del 60% delle lesioni interessava il capo.

Nel Regno Unito il Child Accident Prevention Trust ritiene che i girelli causino più incidenti di tutti gli altri prodotti di puericoltura: nel 2002 più di 2 350 bambini sono finiti all’ospedale in seguito a incidenti dovuti ai girelli, e quasi il 70% di loro aveva meno di un anno di età. Uno studio del "Centre Hospitalier Universitaire de Toulouse" effettuato tra il 2003 e il 2006 ha riscontrato che 178 bambini tra i 7 e i 12 mesi sono stati accolti in ospedale per un trattamento pediatrico in seguito a cadute dovute ai girelli.

Comments are closed.