SICUREZZA. Dal Cnr un edificio in legno made in Italy antisismico

Un edificio a più piani costruito con alberi made in Italy ha superato il test antisismico in Giappone. Si tratta di un progetto coordinato dall’Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree (Ivalsa) del Consiglio Nazionale delle Ricerche di San Michele all’Adige in collaborazione con la Provincia di Trento e con le aziende del settore legno del Trentino nell’ambito del progetto SOFIE (Sistema Costruttivo Casa Fiemme). L’edificio ha superato una serie di prove antisismiche effettuate presso il National Institute for Earth Science and Disaster Prevention (Nied) di Tsukuba, in Giappone.

In particolare, si tratta di un sistema avanzato per la costruzione di edifici multipiano in legno, dell’altezza record fino a 6 piani, con superfici interne superiori a novemila metri quadri, caratterizzati da elevate prestazioni meccaniche, basso consumo energetico, comfort acustico ed ottima resistenza in caso di sisma.

"L’edificio ha risposto in maniera più che positiva a tutti e tre i test – ha affermato in una nota Ario Ceccotti, direttore dell’Ivalsa – e non ha subito danni strutturali, cosa che purtroppo non è successa nei luoghi dove i terremoti sono effettivamente avvenuti. L’Italia è un Paese a forte rischio sismico e la sua storia è caratterizzata da numerosi terremoti disastrosi. Ricerche come queste forniscono dei chiari segnali al mercato e alla società: le caratteristiche di flessibilità, resistenza, duttilità e leggerezza proprie del legno ne rendono particolarmente appropriato l’impiego nelle aree classificate ad alto rischio sismico.

Ceccotti sottolinea inoltre che "Il legno da noi utilizzato, abete rosso della val di Fiemme proveniente da foreste certificate per la gestione sostenibile, è un materiale naturale, ecocompatibile, e possiede qualità estetiche tali da favorire l’utilizzo delle soluzioni architettoniche più funzionali e creative. Durante la cosiddetta Primavera Italiana 2007, un’iniziativa promossa dall’ambasciata d’Italia in Giappone" conclude Ceccotti "un edificio-Sofie di ben sette piani verrà testato a Miki (Kobe) sulla tavola vibrante più grande e "potente" al mondo".

Comments are closed.