SICUREZZA. Dall’UNI le regole da seguire per evitare gli incidenti da gas combustibile

L’Ente italiano di unificazione ha messo a punto alcune regole per un corretto utilizzo del gas combustibile. Secondo i dati rilevati dal CIG – Comitato Italiano Gas – Ente federato UNI nel corso del 2006, gli incidenti da gas combustibile per uso civile distribuito attraverso reti canalizzate sono stati 170, di cui 14 mortali, con 26 decessi; 334 gli infortunati. Per quanto riguarda il GPL in bombole, l’utilizzo non corretto ha causato 127 incidenti, dei quali 9 mortali con 10 decessi; 154 gli infortunati.

Ecco alcune regole da seguire in tema di utilizzazione degli impianti, di adempimenti previsti dalla legislazione in materia e di aspetti legati alle canne fumarie, sono fondamentali per evitare o ridurre gli incidenti e quindi tutelare l’incolumità dell’utente finale.

  • Gli apparecchi alimentati a gas e i loro accessori devono essere "a norma" e contraddistinti dalla marcatura CE. Assicurarsi inoltre che le imprese installatrici abbiano eseguito l’installazione degli impianti "a regola d’arte" utilizzando materiali e componenti realizzati secondo le norme tecniche di sicurezza UNI e CEI e comunque sempre nel rispetto della legislazione tecnica vigente in materia.
  • Sottoporre gli apparecchi a gas ai controlli periodici. Occorre provvedere alle opportune verifiche, anche sugli apparecchi di riscaldamento non raccordati al condotto di evacuazione dei prodotti della combustione, come ad esempio le stufe e gli scaldabagni.
  • In caso si percepiscano odori riconducibili a quello del gas, allertare prontamente l’Azienda di distribuzione del gas combustile per un’immediata verifica dei propri impianti. I numeri di pronto intervento sono indicati sulla bolletta. Se del caso avvertire anche i Vigili del Fuoco.

L’UNI ricorda infine che l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ha disposto l’istituzione di un’assicurazione di cui si è beneficiari, in via automatica, solo per il fatto di essere utenti di gas distribuito a mezzo reti, contro gli infortuni, gli incendi e la responsabilità civile derivanti dall’uso del gas, fornito tramite un impianto di distribuzione. La polizza assicurativa è stata istituita su delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica e stipulata dal CIG – Comitato Italiano Gas ed è in corso di rinnovo per il triennio termico 2007-2010.

Comments are closed.