SICUREZZA. Furti estivi, i consigli dell’UNI per partire tranquilli

Per partire in tutta tranquillità con la certezza di proteggere i nostri appartamenti con deterrenti sicuri ed efficaci, l’UNI (Ente Italiano di Unificazione) ha messo a punto una serie di consigli. In estate infatti le città si svuotano e, puntualmente le statistiche sui furti negli appartamenti registrano incrementi notevoli.

"Porte blindate, finestre anti-effrazione, casseforti sono sicure solo se a norma", afferma l’UNI che ricorda che "acquistare una porta blindata "a norma UNI 9569", significa disporre di un prodotto che ha superato una serie di simulazioni di scasso svolte da tecnici esperti".

La norma suddivide le porte blindate in quattro classi, con costi crescenti, secondo il grado di resistenza al tentativo di effrazione:

  • 1ª classe. Garantisce la protezione da un ladro dotato di attrezzi facilmente occultabili che provocano una rumorosità limitata durante lo scasso, come cacciaviti, piedi di porco, leve, tenaglie, eccetera. Sono attrezzi comunemente usati da nomadi e ladri non professionisti e il tempo di resistenza della porta, ovviamente, non è infinito (nell’ordine di una trentina di minuti), quindi va bene per una casa situata in un condominio dove i ladri non possono lavorare indisturbati e i beni da proteggere sono di valore medio-alto.
  • 2ª classe. Resiste a seghe, asce, scalpelli, martelli e altri attrezzi manuali rumorosi. È indicata per case con valori notevoli o per uffici situati in palazzi dove non ci sono aabitazioni e quindi i ladri possono operare più indisturbati.
  • 3ª classe. Adatta per case con valori molto elevati, uffici interni di banche, orologerie, può resistere a anche ad attrezzi elettrici come trapani, seghe e molatrici.
  • 4ª classe. È a prova di scassinatori professionisti che possono essere dotati di trapani a percussione e strumenti elettrici speciali. È indicata per case con valori inestimabili, gioiellerie, banche.

Secondo l’ente il consumatore farà inoltre bene a pretendere che le zanche di ferro per ancorare la porta alla muratura siano numerose e lunghe e che le chiavi della porta siano consegnate in una busta pre-sigillata dal fabbricante, tenendo presente che le compagnie di assicurazione non risarciscono i furti in casa quando la penetrazione è avvenuta con chiavi false o duplicate, senza segni di scasso.

 

Comments are closed.