SICUREZZA. Giocattoli, UNI ricorda le norme tecniche

In occasione dell’ "Open Day", organizzato oggi a Milano da Assogiocattoli durante il quale 30 aziende presenteranno i propri prodotti, l’UNI – Ente Nazionale Italiano di Unificazione – ricorda l’importanza delle norme tecniche. Le norme UNI EN 71, elaborate dall’UNI per garantire la sicurezza dei giocattoli destinati ai bambini fino a 14 anni, definiscono una serie di principi generali di sicurezza che – in molti casi – possono essere facilmente verificati dagli adulti/genitori, sia per controllare il grado di pericolosità dei giocattoli che hanno già in casa e che vengono utilizzati dai bambini sia, preventivamente, durante la fase di acquisto dei giocattoli stessi.

Ad esempio è importante controllare che:

  • i giocattoli non abbiano spigoli vivi e bordi taglienti;
  • le parti sporgenti che comportano rischi di perforazione siano protette;
  • i meccanismi di apertura e chiusura abbiano dei dispositivi di bloccaggio automatico per evitare lo schiacciamento accidentale;
  • le eventuali molle e gli altri meccanismi in movimento non siano accessibili alle dita;
  • le cuciture e le parti applicabili siano resistenti agli strappi;
  • i giocattoli da portare alla bocca e quelli con piccole parti che si possono staccare devono avere dimensioni tali da non poter essere ingeriti dal bambino;
  • i giocattoli nei quali i bambini possono entrare (tende, casette, ecc) abbiano fori di ventilazione e porte apribili con sforzo minimo.

Inoltre, prima di acquistare un giocattolo è indispensabile controllare che riporti la marcatura CE e il numero della norma europea di riferimento.

Per concludere, un ulteriore prezioso aiuto – e garanzia di sicurezza – sono le avvertenze e le istruzioni per l’uso dei giocattoli (che devono essere confezionate insieme ad esso o stampate sulla confezione) oltre alle indicazioni per il montaggio e la manutenzione e gli avvertimenti sulla fascia di età dei bambini utilizzatori (obbligatorie se il gioco è destinato ai bambini di età inferiore ai 3 anni).

Le avvertenze devono essere scritte nella lingua ufficiale del Paese di utilizzo, dovrebbero rimanere leggibili per tutta la durata prevedibile del giocattolo e non riportare troppi dati non pertinenti e/o non necessari che possano confondere il consumatore. Mai buttarle via insieme alla carta regalo.

Comments are closed.