SICUREZZA. Giocattoli al piombo, Ministero convoca la Mattel

Dopo la notizia di ieri del ritiro di alcuni prodotti Fisher-Price sul mercato americano da parte del colosso dei giocattoli Mattel, la Direzione Armonizzazione del mercato e tutela dei consumatori del Ministero dello Sviluppo economico ha convocato l’azienda per lunedì 6 agosto. La riunione servirà per acquisire informazioni e dati circa l’eventuale presenza di prodotti a rischio sul mercato italiano.

Sempre lunedì sarà avviata la procedura di controllo prevista dal sistema comunitario di sicurezza denominato Rapex, dopo la richiesta della Commissione europea rivolta ai 27 stati membri di effettuare controlli e condividere le informazioni raccolte. All’incontro di lunedì sono stati quindi invitati anche il Ministero della Salute e il Nucleo speciale tutela mercati della Guardia di Finanza.

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) accoglie con piacere la notizia dellaconvocazione della Mattel. L’associazione, che proprio ieri aveva chiesto un intervento al Ministro dello Sviluppo Economico e al Ministero della Salute, chiede che sia istituita una Commissione di inchiesta sulla sicurezza dei giocattoli, in particolare su quelli di importazione, coinvolgendo anche le associazioni dei consumatori.

"Già da alcuni anni il Movimento Difesa del Cittadino – dichiara il Presidente Antonio Longo – esprime forti preoccupazioni per l’aumento esponenziale dell’importazione di giocattoli Made in China e da altri Paesi che non garantiscono il controllo sui prodotti nocivi (collanti, coloranti, impianti elettrici, materie plastiche, etc.) utilizzati nella produzione di giocattoli destinati spesso ai più piccoli". Secondo l’associazione, solo lo scorso anno l’Italia ha importato oltre 1350 milioni di € di giocattoli vari, biciclette, luminarie e addobbi natalizi, articoli per le feste di Carnevale e per la festa di Halloween.

LINK: SICUREZZA. Giocattoli al piombo, Mattel ritira 1,5 mln di prodotti

Comments are closed.