SICUREZZA. L’ANCI avvia la raccolta dei provvedimenti emanati dai Comuni

In vista c’è la realizzazione di una banca dati con tutti i provvedimenti e le informazioni utili a monitorare i settori di intervento: l’ANCI (Associazione nazionale comuni italiani) ha avviato infatti la raccolta delle ordinanze emesse dai Comuni su sicurezza urbana e incolumità pubblica "con l’obiettivo, individuato nel corso della Conferenza Stato-Città del 5 agosto scorso, di predisporre un monitoraggio, da condividere con il Ministero dell’Interno, per realizzare una banca dati in materia". Proprio i sindaci sono stati infatti dotati dal ministro dell’Interno Roberto Maroni di "poteri speciali" su sicurezza urbana e incolumità pubblica.

Il Segretario Generale dell’ANCI Angelo Rughetti ha dunque inviato una lettera ai sindaci chiedendo l’invio dei provvedimenti già emanati o che saranno emanati offrendo nel contempo la disponibilità ANCI a fornire assistenza e supporto. Il segretario sottolinea inoltre l’importanza della realizzazione di una banca dati, accessibile ai Comuni, "contenente i provvedimenti, le indicazioni su possibili quesiti di ordine giuridico-amministrativo, altre informazioni relative a decisioni adottate dalle prefetture, anche al fine di monitorare i settori d’intervento e valutare nel tempo eventuali aggiornamenti alla casistica fissata nel decreto del Ministro dell’Interno".

Comments are closed.