SICUREZZA. L’Ue firma un Patto di sicurezza con l’industria dei giocattoli

Un Patto europeo per la sicurezza dei giocattoli affinché tutti gli operatori dell’industria del "gioco" di impegnino a tutelare il consumatore. E’ quanto il Commissario Ue alla protezione dei consumatori, Meglena Kuneva, firmerà domani in un negozio di giocattoli vicino Bruxelles insieme ai rappresentanti dei dettaglianti e degli importatori di questi articoli.

"Con l’avvicinarsi del Natale ci rendiamo conto ancora una volta di quante famiglie in tutta l’Ue si aspettino dall’industria del giocattolo prodotti sicuri ed affidabili – ha dichiarato Meglena Kuneva – I bambini sono i nostri consumatori più vulnerabili e non vi è compromesso che regga laddove si tratta di assicurare il loro benessere. L’accordo con gli importatori e i dettaglianti di giocattoli è un segnale estremamente positivo dell’impegno di questo settore industriale nei confronti della sicurezza dei giocattoli e dovrebbe contribuire a rafforzare ulteriormente il sistema che è stato posto in atto per assicurare la sicurezza di tutti i giocattoli venduti nell’Ue".

Questi gli impegni per i firmatari dell’accordo: adottare misure per migliorare la sicurezza dei giocattoli tra cui azioni di istruzione e formazione sugli standard di sicurezza con un’attenzione particolare per il "segmento di mercato più basso" in cui si ritrova la maggior parte dei giocattoli non a norma; assicurare, a livello del dettaglio e dell’importazione, la conformità con tutta la pertinente legislazione comunitaria e nazionale.

Per garantire che i prodotti soddisfino gli standard prescritti l’accordo prevede gli orientamenti da applicare nei sistemi e nelle procedure di sicurezza. I firmatari dell’accordo saranno poi coinvolti nel Forum in cui verranno discusse le misure di sicurezza adottate dalle imprese lungo la catena di distribuzione dei giocattoli.

Da un bilancio sulla sicurezza dei prodotti effettuato dalla Commissione Ue alla fine del 2007 è risultato che i prodotti pericolosi riescono ad arrivare sul mercato europeo soprattutto grazie alle lacune presenti nel segmento inferiore del mercato laddove le procedure di sicurezza non sono rispettate con il necessario rigore. I piccoli operatori economici (europei e di paesi terzi) trovano, inoltre, maggiori difficoltà a tener conto dei requisiti di sicurezza a causa, tra l’altro, di una conoscenza non approfondita delle norme, di un piccolo segmento di organico consacrato alle questioni della sicurezza, di sistemi di gestione della qualità più deboli e di un controllo delle forniture meno attento.

Per questo motivo la Commissione Ue ha voluto ottenere l’impegno dei dettaglianti e degli importatori così da portare avanti l’agenda della sicurezza dei giocattoli e realizzare sul terreno i necessari interventi di sicurezza.

I firmatari del Patto di sicurezza volontario di domani sono:

  1. Richard Durieu di EuroCommerce
  2. Paul Skehan della European Retail Round Table
  3. Patrick Politze della European Promotional Products Association
  4. Helga Stübler di Toy Traders of Europe.

Comments are closed.