SICUREZZA. La Commissione Ue promuove l’uso del 112, numero europeo per le emergenze

In occasione delle vacanze estive il nuovo sito internet ec.europa.eu/112 presenta ai cittadini europei il modo per utilizzare il 112, numero gratuito per le chiamate d’emergenza, e tutti i servizi che esso offre, in particolare a chi viaggia nell’Ue. La Commissione Ue ha deciso di intensificare la promozione all’utilizzo del 112, soprattutto alla luce di un’inchiesta che ha mostrato che soltanto il 22% degli europei era al corrente di questo servizio. Sul sito si trovano anche le informazioni fornite dalle autorità nazionali e vengono evidenziate le pratiche migliori.

Ad esempio, per quanto riguarda il tempo di risposta alle telefonate, sono Paesi Bassi e Finlandia ad aver raggiunto i risultati migliori: il 71% delle chiamate riceve risposta in 10 secondi. Per quanto riguarda le lingue a disposizione, 17 Stati membri hanno dichiarato di avere, oltre a quella nazionale, le altre lingue dell’Ue; molti paesi, inoltre, si sono impegnati a trasmettere le telefonate ai centri con personale competente. In 4 Stati membri vengono diffusi programmi Tv che promuovono l’utilizzo del 112; in Finlandia e Romania si celebra ogni anno la "giornata del 112" e in alcuni paesi vengono distribuiti depliant informativi nelle stazioni o posizionati dei pannelli sulle autostrade.

Ci sono, però, ancora dei problemi nel localizzare la persona che telefona da un cellulare: attualmente 6 Stati membri, tra cui l’Italia, sono oggetto di procedure di infrazione comunitarie. Inoltre l’Italia, insieme ad altri 9 Paesi, non ha ancora fornito le informazioni sulla capacità di risposta degli appositi centri nazionali. Infine in Bulgaria il numero non è ancora totalmente disponibile, ma offre il servizio solo nella regione di Sofia.

Comments are closed.