SICUREZZA. Lecce, rotonda a rischio per auto e cittadini

Da diversi mesi i cittadini di un quartiere di Lecce protestano per una "rotonda" spartitraffico che casa incidenti, con conseguenze gravi per le persone e i veicoli. Questa volta la causa non è l’incuranza degli automobilisti ma l’imperizia della pubblica amministrazione. Infatti gli incidenti sono causati da quello che dovrebbe essere una rotonda posta lì dall’amministrazione comunale, sicuramente con le migliori intenzioni, ma che sta provocando effetti disastrosi. Infatti la rotatoria, per la sua altezza dal suolo e per il modo in cui è stata costruita, da regolatore del traffico si è trasformata in un ostacolo non segnalato posto in mezzo a una via che è purtroppo di fatto a scorrimento veloce. Il marciapiede che lo delimita è alto circa venti centimetri, non segnalato né da catarifrangenti né da alcuna segnaletica stradale ed è posto in una strada in cui l’illuminazione è scarsissima. Il risultato è che spesso di notte gli automobilisti, non vedendo l’ostacolo-rondò piazzato nel bel mezzo della strada ci finiscono sopra, con danni gravi al veicolo e spesso anche alle persone.

"L’Amministrazione Comunaleè da tempo a conoscenza del problema, perché segnalato dal consiglio di quartiere Rudiae-Ferrovia – afferma Luigi Mariano, presidente di MDC Lecce – ma finora non ha provveduto a mettere in sicurezza quell’incrocio. Le macchine coinvolte in incidenti ormai sono quasi una cinquantina e troppo spesso la mattina si possono vedere su quel rondò i solchi delle ruote, sottocoppe dell’olio, fari antinebbia e copriruote. Nei giorni scorsi il muro di un villino è stato quasi abbattuto. Ora basta. Non possiamo credere che il Comune di Lecce stia spettando l’incidente mortale per intervenire!" MDC Lecce mette a disposizione dei cittadini danneggiati il suo Servizio Legale nella sua sede di via Idomeneo n.78, tel.0832.301587.

Comments are closed.