SICUREZZA. Ministero Interno: “Allo stadio meno feriti e più arresti, denunce e partite a rischio”

Gli incontri con feriti allo stadio sono diminuiti in media del 7%, passando dai 59 del 2005/2006 ai 55 del 2006/2007. Particolarmente significativa la diminuzione del 31% dei feriti tra i civili passando dai 94 dello scorso anno agli attuali 65. Lo comunica il Ministero dell’Interno che ha pubblicato i dati dell’ Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive.

Risultano invece aumentati del 42% quelli tra le Forze dell´ordine, passati da 142 dell´anno scorso a 202 di quest´anno. Quest´ultimo dato – spiega il Ministero – è da ricondurre oltre che ad un maggior numero di incontri a rischio (+41%) ad una persistente conflittualità tra le frange violente di alcune tifoserie ed, acuita in alcuni casi, dall´esigenza ancora attuale di completare, in alcuni impianti, le opere strutturali previste dalla normativa di settore a cui occorre talvolta surrogare con l´impiego di personale delle Forze di polizia.

In aumento anche il numero dei tifosi arrestati (+12,5%), passando da 96 a 108 ed il numero delle persone denunciate (+90%), passando da 256 a 486. Gli incontri considerati a rischio sono aumentati, in questa stagione, del 41%, passando da 211 a 298, sia per la presenza in serie A di squadre quali il Catania con tifoseria ad "alto rischio" e sia per la "inusuale" composizione della serie B ove militano squadre quali la Juventus, il Napoli ed il Genoa che, tradizionalmente, sono seguite da un elevato numero di spettatori.

Comments are closed.