SICUREZZA. Osservatorio Diritti Minori: 38% edifici scolastici non a norma

"Da più rilievi risulta che il 38% degli edifici scolastici italiani non possiede il certificato di agibilità statica, ben 3.000 fabbricati sorgono in aree sismiche di <livello 1> e solo il 34% di essi è dotato del certificato di prevenzione incendi". Secondo il vicepresidente Antonino Napoli "lo stanziamento di 250 milioni di Euro previsto dalla Legge Finanziaria 2007 per l’edilizia scolastica nel triennio 2007-2009 rappresenta indubbiamente un segnale di sincera preoccupazione da parte del Governo, ma dopo la recente sentenza pienamente assolutoria sul crollo dell’edificio che a San Giuliano di Puglia ha provocato la morte di 27 bambini e di un insegnante diventa obbligatorio agire preventivamente per salvaguardare l’incolumità di milioni tra docenti, studenti ed operatori del settore che quotidianamente frequentano immobili scolastici a forte rischio".

Per Napoli: "E’ impensabile che la responsabilità di proseguire le attività didattiche in condizioni non pienamente rispondenti ai canoni di sicurezza possa essere glissata attraverso proroghe di sorta e per tale ragione chiediamo al ministro dell’Istruzione, Giuseppe Fioroni, una verifica ufficiale dei dati sullo stato di sicurezza dei plessi scolastici divulgati da più fonti, di sollecitare presso le Asl territoriali e gli Enti di pertinenza la nomina di tecnici specializzati che prima della ripresa dell’anno scolastico effettuino i dovuti controlli. Nei casi di grave carenza strutturale si chiede l’intervento della magistratura per il sequestro preventivo degli edifici fino al completamento della messa in sicurezza".

Comments are closed.