SICUREZZA. Sisma in Abruzzo, i consigli per chi vuole fare qualcosa

Da questa mattina è attivo www.abruzzocsv.org, il sito del Coordinamento dei Centri di Servizio per il Volontariato della regione Abruzzo dove è possibile reperire tutte le informazioni, gli aggiornamenti e le indicazioni utili sullo stato degli aiuti messi in campo dal volontariato per il dramma del terremoto che ha colpito i territori dell’Abruzzo.

Nel frattempo, grazie alla solidarietà dell’intera rete dei Centri di Servizio per il Volontariato e alla disponibilità di molti, CSVnet si sta adoperando per predisporre una sede provvisoria del CSV de L’Aquila, a disposizione delle Organizzazioni di Volontariato locali per dare un contributo ai soccorsi in linea con le finalità istituzionali dei CSV di aiuto e sostegno alle attività delle organizzazioni di volontariato impegnate sul posto.

La sede provvisoria, operativa dal 9 aprile prossimo, sarà coordinata da Luciano Dematteis, Presidente del Centro di Servizio per il Volontariato di Torino – Idea Solidale e Vicepresidente di CSVnet e massimo esperto di protezione civile all’interno della rete dei Centri di Servizio. Si sta infine attivando una segreteria, coordinata dallo stesso Dematteis, con il sostegno del Centro di Servizio per il Volontariato di Torino – Idea Solidale e in collaborazione con il Coordinamento Regionale dei Centri di Servizio dell’Abruzzo, dedicata a raccogliere le disponibilità di collaboratori dei Centri di Servizio preparati e pronti a coprire un turno di presenza a L’Aquila.

"Anche in questo momento di grande difficoltà i CSV mettono a disposizione la loro struttura e la loro rete per le Organizzazioni di Volontariato pronte a sostenere la popolazione locale colpita da questo dramma" ha affermato Marco Granelli, presidente di CSVnet.

Tutti i Centri di Servizio interessati possono rivolgersi al Centro di Servizio per il Volontariato di Torino – Idea Solidale: tel. 011 0702110; e-mail info@ideasolidale.org e al Coordinamento Regionale dei Centri di Servizio per il Volontariato dell’Abruzzo presso il CSV di Chieti: tel. 0871 330473 csvch@csvch.org.

"E’ il momento della solidarietà e sappiamo che questo appello non giunge inascoltato poiché gli italiani stanno già mostrando il loro grande volto generoso e solidale". E’ quanto ha dichiarato Andrea Olivero portavoce del Forum del Terzo Settore, sottolineando che "la solidarietà si manifesta con la testa oltre che con il cuore. Il nostro invito è quello di evitare le azioni impulsive e di scegliere di donare a chi ha le caratteristiche adeguate ed offre le opportune garanzie".

Il Forum del Terzo Settore ha così predisposto alcune semplici indicazioni per individuare al meglio a chi e in che modo offrire la propria solidarietà concreta.

DONAZIONI DI DENARO:

  1. Verificare che l’organizzazione attui azioni mirate in stretto collegamento col territorio.
  2. Tener conto della reputazione che l’associazione oggetto della donazione detiene a livello nazionale o locale.
  3. Preferire donazioni tramite conto corrente o chiedere una ricevuta per donazioni effettuate con denaro contante.
  4. Se la donazione è fatta ad una onlus si può detrarre dalla dichiarazione dei redditi (nelle misure stabilite dalla legge).

DONAZIONI DI MATERIALI E GENERI ALIMENTARI:

  1. Donare solo ciò che è richiesto, nuovo o in ottimo stato e in confezioni integre.
  2. Evitate le confezioni fragili e non accuratamente sigillate.

DISPONIBILITA’ AD AZIONE VOLONTARIA:

  1. Alla fase di prima emergenza devono partecipare solo volontari specificamente formati alla protezione civile e già organizzati nelle loro associazioni.
  2. Chi desidera offrire la propria disponibilità per il post-emergenza deve indicare le specifiche competenze di cui è in possesso e che potranno essere utili alle attività da svolgere in questa seconda fase.

Intanto stamattina i panificatori abruzzesi di Confesercenti con 5 furgoni hanno distribuito pane in alcuni campi di senzatetto nell’Aquilano e torneranno giovedì prossimo nelle stesse zone per una analoga iniziativa.

Fra ieri ed oggi gli albergatori aderenti alla Assoturismo-Confesercenti hanno garantito la disponibilità di oltre 4000 camere per coloro che hanno perso l’uso della abitazione.

Fenagi – Confesercenti, che organizza i rivenditori di giornali, contribuirà ad alimentare un fondo comune con le altre associazioni di categoria a favore degli edicolanti e della popolazione vittime del terremoto.

Ed il Presidente della Fio (Federazione ottici) ha chiesto alle aziende produttrici di mettere a disposizione degli ottici abruzzesi un significativo quantitativo di lenti a contatto di prova, da assicurare ai cittadini che hanno dovuto abbandonare le case per il sisma e che sono privi anche di questo ausilio visivo.

Comments are closed.