SICUREZZA. Sisma in Abruzzo, il decreto legge è in Gazzetta Ufficiale

E’ in Gazzetta Ufficiale il decreto legge per l’Abruzzo, approvato nel Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2009. Il provvedimento che contiene nuove norme per le popolazioni colpite dagli eventi sismici del 6 aprile 2009 e alcune disposizioni urgenti in tema di protezione civile, è da oggi in vigore e inizia il suo iter parlamentare per essere convertito in legge.

Il decreto prevede finanziamenti a sostegno delle vittime del sisma fino al 2033; solo nel biennio 2009-2010 verranno destinati 1.691,7 miliardi di euro. Per i Comuni colpiti dal terremoto è previsto un piano per la progettazione e la realizzazione di Complessi Antisismici Sostenibili Ecocompatibili, praticamente nuove abitazioni ispirate a criteri di risparmio energetico e protezione dai sismi. Con questo provvedimento viene garantita una sistemazione adeguata alle persone le cui abitazioni sono state distrutte o dichiarate non agibili.

L’articolo 11 del decreto introduce una novità: il Dipartimento della protezione civile viene autorizzato ad avviare e realizzare con urgenza un piano di verifiche ed interventi per la riduzione del rischio sismico di immobili, strutture e infrastrutture. In particolare, per gli immobili pubblici che risulteranno inagibili dagli esiti delle verifiche ci saranno sei mesi di tempo per avviare i lavori di messa in sicurezza; in caso contrario, verranno giudicati inutilizzabili.

Per quanto riguarda le risorse finanziarie, a partire dal 2009 arriveranno almeno 500 milioni di euro all’anno dal settore giochi; sono previste anche nuove lotterie ad estrazione istantanea, ulteriori modalità del gioco del lotto, l’apertura delle tabaccherie anche nei giorni festivi, l’attivazione di nuovi giochi di sorte legati al consumo.

Al fine di contribuire al rilancio dello sviluppo socio-economico dei territori colpiti dalla crisi sismica, il Vertice del G8 si svolgerà dall’8 al 10 luglio nel territorio della città di L’Aquila.

Infine, viene assicurato il coordinamento di tutte le attività di prevenzione delle infiltrazioni della criminalità organizzata negli interventi per l’emergenza e la ricostruzione. In particolare si vigileràsull’affidamento ed esecuzione di contratti pubblici aventi ad oggetto lavori, servizi e forniture, nonchè sulle erogazioni e concessioni di provvidenze pubbliche connessi agli interventi per l’emergenza e la ricostruzione delle aree.

Comments are closed.