SICUREZZA. Sisma in Abruzzo, mobilitata Legambiente. L’indicazione è di raccogliere denaro

L’indicazione al momento è quella di evitare le partenze spontanee e non organizzate e di raccogliere soldi. La mobilitazione per prestare soccorso alla popolazione dell’Abruzzo colpita dal sisma continua. All’opera nella provincia de L’Aquila ci sono anche i volontari di Legambiente, circa una settantina, che partecipano alla realizzazione delle tendopoli, aiutano a recuperare per quanto possibile gli oggetti personali e offrono assistenza ai bambini. L’associazione ambientalista si è mobilitata e con i gruppi di protezione civile e di assistenza sta partecipando alle operazioni di soccorso. Per il momento, l’indicazione per i volontari è quella di evitare le partenze spontanee e non organizzate.

Per l’invio di denaro è stato attivato un conto dedicato. Si può dunque versare un contributo tramite bonifico bancario per aiutare le operazioni di soccorso e assistenza alla popolazione colpite dal sisma alle seguenti coordinate bancarie:

bonifico bancario su Banca Popolare Etica
conto corrente intestato a : Legambiente Onlus – S.O.S. Via Salaria, 403 – 00199 Roma
IBAN IT 79P050 1803 2000 0000 0511 440
specificare nella causale "Emergenza terremoto in Abruzzo"

Sarà inoltre dedicata all’Abruzzo la prossima iniziativa di Legambiente, prevista il 19 aprile con la Giornata Voler Bene all’Italia, tradizionalmente dedicata alla valorizzazione dei piccoli Comuni. L’idea che sta prendendo corpo è quella che ogni piazza e ogni scuola coinvolte nell’iniziativa adottino uno dei Comuni terremotati.

Comments are closed.