SICUREZZA. Stupri, Ministero Interno: il violentatore è italiano sei volte su dieci

Sono italiani sei volte su dieci gli autori di violenze sessuali. In particolare, nel 60,9% dei casi i violentatori sono di nazionalità italiana, nel 7,8% dei casi romena, nel 6,3% marocchina. Questi i dati resi noti oggi dal Viminale che sottolinea come le vittime siano nella maggior parte dei casi donne (85,3%) e nel 68,9% di nazionalità italiana. E se nel 2007 gli stupri sono aumentati del 5%, nel 2008 si è invece registrata una flessione (da 5.062 a 4.637). Le violenze sessuali di gruppo, dopo un aumento del 10,9% nel 2007, registrano una diminuzione del 24,6% nel 2008.

Ci sono poi delle differenze territoriali. Sono state messe a confronto Milano, Bologna e Roma: a Milano nel periodo 2006-2008 le violenze sessuali sono diminuite e gli autori sono soprattutto italiani (41%), romeni (11%), egiziani (8%) e marocchini (7%). Il fenomeno è in calo anche a Bologna dove gli autori sono italiani (47%), marocchini (11%) e romeni (10%). A Roma invece si registra un andamento altalenante: le violenze sessuali sono aumentate nel 2007 e diminuite nel 2008, gli autori risultano italiani (42%), romeni (24%) ed egiziani (3%).

Comments are closed.