SICUREZZA. Ue: da oggi il divieto di vendita di accendini non a prova di bambino

Entra oggi in vigore il divieto di vendita, nell’Unione europea, di accendini pericolosi per i bambini. Il 13 febbraio 2007 gli Stati membri dell’Ue hanno adottato la decisione della Commissione europea di proibire l’immissione sul mercato e l’importazione di accendini non a prova di bambino e di accendini fantasia, sotto forma di giocattoli, telefonini, automobili, che esercitano un’attrattiva sui minori. Oggi scade l’anno di tempo concesso per liquidare le scorte.

Le misure di sicurezza per i bambini, che sono obbligatorie da circa 10 anni negli Stati Uniti, in Canada, in Australia e in Nuova Zelanda, mirano a prevenire gli incidenti provocati da bambini che giocano con accendini non sicuri. Negli Stati Uniti c’è stata una riduzione del 60% di questi casi, mentre nell’ Ue si stima che annualmente ci siano quasi 2000 casi di lesioni e 40 decessi dovuti a tale fenomeno.

La nuova norma europea stabilisce requisiti specifici di sicurezza e si applica al 98% degli accendini venduti ogni anno nell’Unione europea, compresi quelli usa e getta. I fabbricanti e gli importatori devono presentare, su richieste delle autorità competenti nazionali, una serie di documentazioni sulla conformità del prodotto, tra cui sono previsti rapporti di test di sicurezza.

"Plaudo all’entrata in vigore di questi provvedimenti importanti che accresceranno la sicurezza dei consumatori, e in particolare dei bambini, in Europa – ha affermato Meglena Kuneva, commissario europeo responsabile per la tutela dei consumatori – Tutte le parti in causa saranno ora tenute ad assicurare che gli accendini fuori norma non finiscano nelle mani degli utilizzatori. Sollecito le autorità di forza pubblica dei singoli paesi a recepire la loro responsabilità e a far rispettare rigorosamente queste disposizioni".

Comments are closed.