SICUREZZA. Via libera del Consiglio ai negoziati Ue-Usa per aderire al programma esenzione visti

Il Consiglio Ue ha autorizzato oggi l’apertura dei negoziati per la conclusione di un accordo tra la Comunità europea e gli Stati Uniti che estende l’esenzione dai visti per i viaggiatori transatlantici. Questa decisione si applica a tutti gli Stati membri, tranne l’Irlanda e il Regno Unito che non partecipano alla politica comune in materia di visti.

Per l’occasione il vicepresidente Jaques Barrot, responsabile alla giustizia, libertà e sicurezza, ha dichiarato: "Gli Stati membri saranno liberi di negoziare, su una base bilaterale, le questioni che oltrepassano l’ambito del mandato della Commissione. Noi siamo d’accordo sull’obiettivo comune che è quello di assicurare a tutti gli Stati membri la loro ammissione all’interno del programma di esenzione dai visti il più rapidamente possibile".

Ad agosto 2007 gli Stati Uniti hanno adottato una nuova legislazione che modernizza il loro programma di esenzione dai visti. Attualmente sono 12 gli Stati membri esclusi dal programma anche se vari paesi hanno già sottoscritto protocolli d’accordo con Washington per aggirare questa limitazione.

L’obiettivo della Commissione Ue è quello di assicurare la partecipazione di tutti gli Stati membri al programma di esenzione dai visti, trovando un sistema che valga per tutti i paesi dell’Unione e che preveda lo scambio reciproco di una serie di dati.

Comments are closed.