SOCIETA’. AQUA ITALIA: risparmiare energia trattando l’acqua di casa

L’efficienza e il risparmio energetico sono stati i temi centrali della Mostra Convegno ExpoComfort 2010, svoltasi dal 23 al 27 marzo a Milano. L’evento è stato sostenuto da AQUA ITALIA, Associazione delle aziende costruttrici e produttrici di impianti per il trattamento delle acqua primarie, portavoce, da sempre, del Social Housing Sostenibile che passa anche attraverso una corretta cultura dell’utilizzo dell’acqua domestica.

L’Associazione, nell’ottica dell’obiettivo di riduzione del 20% dei consumi energetici entro il 2010 che Italia ed Europa si sono prefissate, si è impegnata per offrire trattamenti dell’acqua sempre più performanti e efficaci in termini di risparmio energetico e rispetto ambientale.

"Per quanto riguarda gli impianti di riscaldamento domestico – spiega Lorenzo Tadini, Presidente di AQUA ITALIA – risparmiare energia trattando l’acqua significa mantenere a pieno regime l’efficienza dell’impianto. Una delle principali cause di perdita di quest’ultima è il calcare. Con il trattamento è possibile un recupero di efficienza delle caldaie tra il 15 e il 17%/anno cui si deve integrare il 5/6% sul circuito di riscaldamento. Questo implica una diminuzione della dispersione di energia e quindi un minore impatto sull’ambiente".

A livello istituzionale, il D.P.R. n. 59 del 2.4.2009 applicato a determinate casistiche di trattamento dell’acqua fredda e calda sanitaria e dei circuiti di riscaldamento di casa si garantisce un buon risparmio energetico diminuendo anche l’impatto sull’ambiente.

Ma chi può fare davvero la differenza – sottolinea AQUA ITALIA – sono gli utenti. Sono infatti le abitudini di consumo dei singoli a poter generare i maggiori benefici dal punto di vista dell’impatto ambientale e del risparmio energetico che si traduce poi in un concreto vantaggio per l’intero Sistema-Paese.

Comments are closed.