SOCIETA’. Al via il “Premio amico della famiglia” per enti locali e imprese

Iniziative per adattare spazi pubblici e di lavoro, soluzioni per organizzare il tempo, informazioni che riguardano la conciliazione dei tempi di vita e lavoro: sono alcune delle iniziative che potranno essere premiate dal "Premio amico della famiglia", destinato alle autonomie locali e alle imprese che hanno realizzato le migliori iniziative a sostegno delle famiglie. Alla sua prima edizione, il "Premio amico della famiglia 2007" è stato istituito dal Dipartimento per le politiche della famiglia. L’iniziativa è prevista nella Finanziaria 2007 per promuovere la diffusione e la valorizzazione di azioni significative sulle politiche familiari, intraprese dagli enti locali e dalle imprese che operano in tutti i settori economici.

Una commissione valuterà(nelle due sezioni imprese ed enti locali) la qualità, l’innovazione e l’adeguatezza delle esperienze presentate, che possono riguardare vari ambiti della vita professionale del lavoratore e dei familiari: iniziative per l’adattamento degli spazi pubblici e dei luoghi di lavoro come servizi di baby sitting e scuola bus, e soluzioni di organizzazione dei tempi e degli ambienti volte a facilitare le attese nei servizi pubblici per minori ed anziani. Saranno esaminate anche le iniziative che faciliteranno il rientro dei genitori dai congedi di maternità e paternità e le iniziative imprenditoriali in genere attente alla qualità della vita e della famiglia. I primi classificati riceveranno 100.000 euro, ai secondi andranno 80.000 euro, e 60.000 euro ai terzi classificati. Altri premi di 30.000 euro andranno ai progetti meritevoli, mentre tutti i premiati riceveranno la targa per il conferimento del titolo "Amico della famiglia 2007".

Il bando nazionale per il "Premio amico della famiglia 2007" è disponibile sul sito delle Politiche per la Famiglia. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate tramite raccomandata con ricevuta di ritorno alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le politiche della famiglia, via della Mercede, 9 – 00187 Roma, entro il 24 dicembre 2007.

Comments are closed.