SOCIETA’. Ania e Abi firmano Protocollo. Obiettivo: nascita alleanza in industria finanziaria

Un anno di tempo per far nascere l’alleanza dell’industria finanziaria. Questo l’obiettivo del protocollo firmato oggi dai vertici dell’Abi e dell’Ania, Corrado Faissola e Fabio Cerchiai. La Federazione che nascerà dovrà rappresentare gli interessi comuni e sempre crescenti nei confronti delle istituzioni. Il primo terreno di collaborazione già individuato riguarda le strutture sindacali delle due associazioni.

Il protocollo firmato prevede la realizzazione di forme di collaborazione e di interazione tra gli organi di governance e le strutture operative delle due associazioni che si impegnano ad invitare in via permanente i presidenti alle riunioni dei rispettivi comitati esecutivi.

Tra i principali temi su cui Abi e Ania avvieranno al più presto il lavoro comune ci sono: i rapporti con le Associazioni dei consumatori, il piano d’azione per i servizi finanziari, l’evoluzione degli assetti di vigilanza a livello nazionale ed europeo, la direttiva MiFID, le nuove normative europee sui requisiti minimi di capitale per le banche e le assicurazioni, la better regulation, il mercato del lavoro e le relazioni con le organizzazioni sindacali, la fiscalità delle attività finanziarie e sulle imprese, gli Ias (nuovi principi contabili internazionali), la riforma delle pensioni e del mercato della previdenza complementare.

"In questo modo – ha detto il Presidente dell’Abi Corrado Faissola – Abi e Ania potranno continuare al meglio a svolgere, da un lato il proprio ruolo di rappresentanza degli interessi del settore e delle imprese che vi fanno parte, dall’altro a proporsi come interlocutori sempre più validi verso istituzioni, imprese e consumatori. Il che si tradurrà senz’altro in un ulteriore passo avanti sulla strada del dialogo, che già Abi e Ania hanno singolarmente intrapreso da tempo, con istituzioni, imprese e associazioni dei consumatori. Una maggiore capacità di recepire le loro istanze a trecentosessanta gradi – ha aggiunto Faissola – si tradurrà inoltre in una maggiore possibilità, da parte nostra, di sensibilizzare e trasferire informazioni alle singole imprese circa le esigenze e le richieste dei clienti, per contribuire ad un rapporto sempre più chiaro, trasparente e funzionale.

"Nella più stretta convergenza – ha dichiarato il Presidente dell’Ania Fabio Cerchiai – del settore finanziario, rappresentato nello specifico da assicurazioni e banche, le esigenze di competitività e di efficienza richieste dal mercato ci impongono uno sforzo ulteriore verso la reciproca cooperazione per una risposta efficiente, unitaria anche in vista dell’attuale disegno di unificazione delle autorità di vigilanza. Ci è sembrato – ha aggiunto – quindi cruciale intraprendere un percorso comune di pianificazione strategica con l’Abi, ferme restando le specificità dei due settori e le competenze delle rispettive associazioni di categoria. Ci auguriamo – ha concluso Cerchiai – che il processo avviato oggi con il protocollo Abi-Ania costituisca un trampolino di lancio anche per una più stretta collaborazione con le altre Associazioni imprenditoriali, al fine di trattare congiuntamente i principali temi di interesse comune al mondo delle imprese".

Comments are closed.