SOCIETA’. Anziani, assistenti volontari davanti le scuole romane. Il bilancio di 5 anni di attività

Nel 2001 quando iniziò il servizio che vede anziani volontari che assistono bambini e ragazzi davanti alle scuole romane erano 750 gli ultrasessanticinquenni che aderirono al progetto e circa 100 le scuole convenzionate. Oggi sono 2.500 gli anziani coivolti e nel 2003-2004 erano 1.700, mentre le scuole erano salite a 298. Sono i dati del bilancio di 5 anni di attività dell’iniziativa "Un amico per la città" del Comune di Roma, in particolare del Dipartimento Politiche Sociali.

In una nota il Campidoglio stila anche un identikit del volontario-tipo: tra i 66 e i 70 anni, uomo, pensionato. Minoranza consistente, le donne (49%). Poche le casalinghe (12%). Al servizio aderiscono nove associazioni di volontariato più quelle dei vigili urbani e dei carabinieri in congedo.

Il servizio è prestato a titolo gratuito e dopo aver conseguito un corso di formazione. Durante l’orario di entrata e uscita nelle scuola, muniti di giaccone identificativo e cellulare in collegamento con la rete di coordinamento, assistono bambini e genitori.

Comments are closed.