SOCIETA’. Apertura caccia, Confedilizia: “Vietata attività vicino abitazioni”

Tra il 1° e il 9 del mese in diverse Regioni hanno luogo le cosiddette "preaperture" della stagione della caccia, stabilite in sede regionale. Domenica 21 settembre (terza domenica del mese) si aprirà invece ufficialmente la stagione in tutto il territorio nazionale. La Confedilizia, in considerazione del disturbo che l’esercizio della caccia arreca a chi abita in case di campagna, coglie l’occasione per ricordare che l’esercizio venatorio è vietato – tra l’altro – nei giardini, nei parchi pubblici e privati, nei terreni adibiti ad attività sportive, e nelle aie e nelle corti o altre pertinenze di fabbricati rurali, nelle zone comprese nel raggio di cento metri da immobili, fabbricati e stabili adibiti ad abitazione o a posto di lavoro.

E’ pure vietato sparare da distanza inferiore a 150 metri con uso di fucile da caccia con canna ad anima liscia – o da distanza corrispondente a meno di una volta e mezza la gittata massima in caso di uso di altre armi – in direzione di immobili, fabbricati e stabili adibiti ad abitazione o a posto di lavoro nonché di vie di comunicazione ferroviaria e di strade carrozzabili, eccettuate quelle poderali e interpoderali.

Più precise informazioni – anche sulle sanzioni penali ed amministrative per i trasgressori alle norme sulla caccia – sono disponibili sul sito Internet della proprietà immobiliare (www.confedilizia.it).

Comments are closed.