SOCIETA’. Arci Servizio Civile presenta il Rapporto 2007 e chiede fondi per il 2008

Nel 2008 le risorse previste per il servizio civile nazionale sono state ridotte del 17% rispetto al 2007 e del 27% rispetto al 2006. E’ quanto ha registrato il Rapporto annuale 2007 sui progetti di servizio civile in Italia, presentato oggi dall’Arci Servizio Civile. Eppure gli stanziamenti previsti dalla varie leggi finanziarie sono passati dai 225 milioni di euro del 2005 ai quasi 300 del 2008. Bisogna considerare però che il costo lordo annuo di un giovane che fa il servizio civile è di quasi 7mila euro, pur essendo rimasto fermo l’importo netto mensile a 433,8 euro, dal 2001. Il presidente del Coordinamento Nazionale degli enti di servizio civile, Fausto Casini, ha dichiarato che "per coprire la domanda effettiva ci vorrebbero altri100 milioni di euro. Se non ci saranno questi soldi c’è il rischio che si blocchi tutto". "In Italia – ha spiegato Casini – ci sono 52mila sedi di servizio civile, ma molte di queste sono finte e servono solo per essere accreditati".

Secondo l’Arci Servizio Civile il 2007 può essere definito come l’anno delle istruttorie, commissionando ricerche sulla realtà degli enti accreditati, sulle motivazioni per gli abbandoni dal servizio dei giovani selezionati, per la valutazione della riuscita degli obiettivi dei progetti. Il Rapporto ha registrato che nel 2007, a fronte dei 47.500 avvii al servizio civile previsti per la programmazione finanziaria, ne sono stati avviati 43.416, di cui 7.580 nei primi 8 mesi, il resto tra settembre e dicembre 2007.

Comments are closed.