SOCIETA’. Arriva “Gioco Responsabile”, il software che individua i dipendenti da gioco

Arriva "Gioco Responsabile", un software che riuscirà ad individuare i giocatori online o su macchine vlt (videolottery) che rischiano di cadere vittime della dipendenza da gioco, e potrà interagire con loro. Si tratta di un software che, applicando le leggi del funzionamento dei neuroni cerebrali a miliardi di variabili elaborate istantaneamente da programmi informatici di grandissima potenza, sa "capire" quando un giocatore tende a "farsi del male", e lo capisce nel momento stesso in cui fa la prima mossa verso la dipendenza da gioco.

Il sistema è stato messo appunto dopo anni di ricerca da un pool di informatici, matematici, psicologi ed esperti della materia guidati dai professori Temporin e Bugatti e sostenuti dal Codacons (che da decenni si occupa di giochi e lotterie in difesa dei giocatori e della loro salute). Si calcola che in Italia ci siano migliaia di ludopatici che si rovinano la vita presi dalla passione del gioco. È stata perciò accolta con grande consenso dopo la presentazione del Presidente del Codacons Carlo Rienzi a Bolzano, al congresso della Siipac del 27-28 maggio scorsi, la dimostrazione del software.

Il sistema rappresenta anche un importante contributo di conoscenza e di strumenti operativi a disposizione dell’industria per la pianificazione di uno sviluppo sostenibile del gioco regolamentato, ed è anche in grado di impedire le truffe dei gestori e delle sale gioco ai danni dei Monopoli di Stato, oltre che di controllare che venga restituita ai giocatori la giusta percentuale del denaro giocato. Sul sistema "GR", un’invenzione tutta italiana, è stata avviata da parte dell’AAMS una fase di validazione. "Forse – scrive il Codacons in una nota – è davvero iniziata la lotta contro coloro che vogliono trasformare i giochi in strumenti di speculazione e di distruzione della salute dei giocatori".

Comments are closed.