SOCIETA’. Arriva il primo portale che insegna economia

E’ nato www.economiascuola.it, il primo portale di educazione finanziaria dedicato a tutti i docenti italiani per favorire l’insegnamento dell’economia a scuola. Ideato dal Consorzio PattiChiari e da ANP, Associazione Dirigenti e Altre Professionalità della Scuola, il portale offre agli insegnanti nozioni di carattere generale sull’economia e strumenti didattici innovativi per proporre la tematica ai loro studenti: Oltre a queste due sezioni ce n’è una terza interattiva, una sorta di social network per lo scambio di informazioni ed esperienze.

L’obiettivo di questo nuovo strumento è quello di portare la cultura dell’educazione finanziaria nelle scuole attraverso un approccio interdisciplinare che aiuta a collocare l’economia nell’ambito delle materie insegnate in classe. Dunque non si parla di proporre agli studenti delle scuole superiori un ulteriore carico di lavoro, bensì di far accrescere il loro interesse per i temi finanziari che sono e saranno sempre più presenti nella loro vita.

"Il fine di diffondere i temi finanziari ad un livello il più generalizzato possibile, è strettamente legato ad un maggior senso democratico, che deve essere sviluppato da tutti i cittadini" ha dichiarato Corrado Fissola, Presidente Abi.

"Stiamo sperimentando qualcosa di completamente nuovo che viene messo a disposizione dei docenti e della collettività, in un Paese in cui il grado di diffusione dell’educazione finanziaria è assai scarso – ha affermato Filippo Cavazzuti, Presidente del Consorzio PattiChiari e Professore di Economia presso l’Università di Bologna – So per certo – ha aggiunto Cavazzuti – che proprio oggi sono iniziate delle audizioni in Parlamento sul tema dell’educazione finanziaria e so per certo che il Ministro Gelmini nutre un grande interesse su questo tema".

Dunque la nuova creazione del Consorzio PattiChiari è uno strumento completamente gratuito, a disposizione di tutti, aperto a contributi e suggerimenti, che ha l’ambizione di colmare la lacuna italiana in materia di educazione finanziaria, senza l’imposizione di una nuova materia nei programmi scolastici.

"Credo che il mito della scuola autosufficiente e chiusa in se stessa sia ormai tramontato – ha detto Giorgio Rembado, Presidente ANP – Ormai è fondamentale e necessaria un’apertura culturale che abbatta le barriere a vada a vantaggio di tutta la società civile. Questo portale è di facile uso sia da parte degli insegnanti che dei genitori perché è flessibile e si presta a qualsiasi esigenza e percorso didattico. In una logica di piccoli passi – ha concluso Rembado – i veri cambiamenti si ottengono grazie al coinvolgimento quotidiano della società civile".

di Antonella Giordano

Comments are closed.