SOCIETA’. Brunetta: compensi RAI trasparenti. Consumatori approvano

Il Movimento Consumatori approva la proposta lanciata dal Ministro Brunetta di rendere noti i compensi dei conduttori tv. "Approviamo l’idea del ministro della Funzione Pubblica che vuole rendere pubblici i compensi dei conduttori inseriti nei titoli di testa e di coda delle trasmissioni Rai, ma che non sia il tipico proclama e che si faccia seriamente", sostiene il presidente Lorenzo Miozzi che ritiene giusto che i cittadini che pagano il canone sappiano come vengono spesi i loro soldi.

"Chiediamo comunque la pubblicazione dei compensi almeno sul sito della Rai, augurandoci che non sia la solita sparata ma che si lavori concretamente per offrire maggiore trasparenza. Saranno poi i cittadini, a tempo debito, a fare un bilancio di quante delle iniziative annunciate dal ministro Brunetta sono state realmente realizzate", conclude Miozzi.

Anche l’Adoc accoglie positivamente la proposta del Ministro: "un esempio di trasparenza e correttezza verso gli utenti dato che la Rai incassa, attraverso il canone, oltre un miliardo e mezzo di euro l’anno. Chiediamo, ancora una volta, che venga apposto un bollino sui programmi finanziati con il canone che quest’anno per l’Adoc dovrebbe essere ridotto del 30%, a titolo di rimborso dell’acquisto del decoder digitale e dei problemi che i cittadini hanno patito per il passaggio al digitale terrestre. Infine chiediamo che le Associazioni dei consumatori tornino a far parte del segretariato sociale, come era previsto dal contratto Rai fino a sei anni fa", dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc.

Comments are closed.