SOCIETA’. CdM approva nota al Def: confermato pareggio bilancio al 2013

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi oggi a Palazzo Chigi, ha approvato la nota al Documento di economia e finanza, predisposta dal Ministro dell’economia Giulio Tremonti, che aggiorna gli obiettivi programmatici e conferma il pareggio di bilancio al 2013. La Nota è accompagnata dal Programma infrastrutture strategiche, predisposto dal Ministro dei Trasporti Altero Matteoli, che aggiorna quello approvato dal Consiglio e dal Parlamento lo scorso aprile.

Il CdM ha, inoltre, istituito, accogliendo la richiesta avanzata nei giorni scorsi da Regioni ed Enti locali, una Commissione paritetica mista Governo-Regioni-Enti locali, per affrontare la razionalizzazione dei costi, la semplificazione del sistema istituzionale ed amministrativo del Paese e predisporre una riduzione degli organi.

E’ stato approvato un disegno di legge sulle sanzioni in materia di reati contro il patrimonio culturale (furti di beni culturali a carico di enti pubblici e privati, chiese, biblioteche ed archivi, scavi clandestini e contraffazioni di beni). Il disegno di legge prevede inasprimento delle pene, allungamento dei tempi di prescrizione, procedibilità d’ufficio e introduzione di nuove figure di reato, tra cui il danneggiamento, imbrattamento e deturpamento di beni culturali o paesaggistici, punito con reclusione da uno a sei anni e considerazione dello stato di flagranza quando la documentazione fotografica ne denunci inequivocabilmente l’autore. Particolarmente colpite saranno anche le esportazioni illecite e le violazioni in materia di scavi archeologici.

Su proposta del Ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini è stato approvato un decreto legislativo che disciplina la previsione di meccanismi e modalità graduali di commissariamento degli Atenei in caso di dissesto finanziario, al fine di individuare conseguenze e responsabilità nella gestione economico-patrimoniale, garantire che il sistema universitario operi con obiettivi di efficacia, efficienza e trasparenza, conseguire sempre migliori standard qualitativi nell’operato delle Università, esaltandone i meriti.

Su proposta del Ministro della salute Ferruccio Fazio è stato approvato uno schema di decreto legislativo per il riordino di alcuni Enti vigilati dal Ministero, in particolare la Lega italiana per la lotta contro i tumori, l’Istituto superiore di sanità, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, gli Istituti zooprofilattici sperimentali. Il riordino, che avviene in attuazione della specifica delega conferita al Governo, persegue obiettivi di semplificazione e snellimento delle strutture, ottimizzazione delle spese e dei costi, ridefinizione del rapporto di vigilanza.

Infine, il CdM ha approvato uno schema di decreto legislativo che modifica la normativa di recepimento della direttiva 2007/64 sui servizi di pagamento nel mercato interno. Il provvedimento armonizza il regime contabile cui sono sottoposti gli intermediari finanziari assoggettati alla particolare vigilanza di tipo prudenziale della Banca d’Italia, uniformando, tra l’altro, i criteri di redazione dei bilanci individuali e consolidati.

Comments are closed.