SOCIETA’. Censimento, il 21 novembre parte la seconda fase

A partire dal 21 novembre inizia la seconda fase del censimento che porterà al completamento delle operazioni: i rilevatori comunali cominceranno a sollecitare le famiglie che non avranno ancora restituito il questionario compilato e, ove necessario, lo recupereranno direttamente presso le abitazioni fornendo assistenza ai rispondenti, se da loro richiesta. Intanto, dall’Istat fanno sapere che, nonostante le difficoltà riscontrate all’inizio, la compilazione via web prevale sulle altre. Fino ad oggi sono stati consegnati oltre 12 milioni di questionari: : il 37,6% via web, il 32,2 agli uffici postali, e il 30,2 presso i centri di raccolta allestiti dai Comuni. Le persone censite sono in tutto quasi 29 milioni. Tra le regioni italiane, Molise e Sardegna conquistano il primo e il secondo posto per la maggiore quota di questionari compilati e restituiti online, rispettivamente con il 53,2 e il 52%. Seguono Calabria (50,5%), Campania (48,9), Puglia e Basilicata (entrambe 43,4%). La Toscana è la regione che, fra tutte, ha preferito la riconsegna agli uffici postali (42,3%), la Valle d’Aosta invece è in testa per la restituzione ai centri di raccolta comunali (46,9%) seguita dalla Basilicata (39%).

Comments are closed.