SOCIETA’. Cittadinanzattiva lancia l’agenda dei cittadini per i candidati al Parlamento Ue

Trasparenza delle imprese e delle istituzioni, ma anche delle regole finanziarie e dei servizi bancari; regole europee sui diritti dei consumatori e una Carta europea della cittadinanza attiva. Queste sono soltanto alcune delle richieste avanzate dai cittadini ai candidati alle elezioni europee. A raccogliere le raccomandazioni dei votanti europei è stata la rete europea di Cittadinanzattiva, Active citizenship network, attraverso una fase di consultazione popolare che ha visto coinvolti 27 paesi europei.

Cittadinanzattiva ha infatti partecipato ad un progetto, coordinato dalla Fondazione Re Baldovino, che ha mobilitato migliaia di cittadini in un lavoro di consultazione per costruire l’agenda del prossimo Parlamento Europeo.

"Siamo fin troppo abituati al disinteresse dei nostri politici per l’Europa – ha commentato Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva – e vorremmo invece dimostrare quanto questa dimensione sia importante per la costruzione di una nuova cittadinanza, fatta anche di diritti, poteri e responsabilità".

"L’Agenda che proponiamo è quindi veramente un segnale forte di una volontà espressa dai cittadini, ossia quella di fare dell’Europa un luogo di affermazione e di pratica dei diritti di cittadinanza, siano essi consumatori, malati, studenti, immigrati e cosi via – ha concluso Petrangolini – Ci auguriamo che i nostri candidati al Parlamento siano meno trascinati dalle vicende italiane e sappiano prendere sul serio i contenuti di queste proposte".

LINK: Le raccomandazioni

 

Comments are closed.