SOCIETA’. Concluso caso Visco-Speciale. Il discorso di Padoa Schioppa

Si è concluso ieri sera con il voto al Senato il caso Visco-Speciale. L’Aula ha bocciato prima la mozione della Cdl che chiedeva il ritiro di tutte le deleghe al viceministro Visco (150 sì, 160 no e nessun astenuto), poi quella che esprimeva "solidarietà" alla Gdf (155 sì e 60 no). Dopo il voto sulle mozioni si è passati agli ordini del giorno: ne sono stati bocciati 5, presentati da Calderoli (maggioranza sempre compatta sui 160 voti, opposizione oscillante da 155 a 154, con uno o due senatori in meno rispetto ai 156 che ha sulla carta). Bocciato anche un emendamento del senatore Massidda (Fi). Solo in una votazione il Senato è andato in parità con 155 sì, 155 no e 5 astenuti: sull’odg della Cdl che impegna il governo a rispettare il dettato della legge del 1959, che specifica che la Gdf dipende direttamente e a tutti gli effetti dal ministero delle Finanze. L’emendamento non è passato perché un voto di parità non basta per l’approvazione (serve la maggioranza).

PDF: Il discorso del Ministro Padoa Schioppa

Comments are closed.