SOCIETA’. Conferenza Enti Servizio Civile: “In Finanziaria poche risorse”

"L’importo stanziato dal Governo è insufficiente" così la Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile (CNES) commenta l’entità dell’importo previsto in Finanziaria per il Servizio Civile e condivide la preoccupazione che il Ministro Ferrero aveva già espresso in giugno quando aveva indicato in 400 milioni la somma necessaria per mantenere gli attuali livelli: cifra che dal 2004 la Cnesc indica come indispensabile per rispondere alle domande dei giovani e degli Enti e per garantire qualità.

Per questo la Cnesc chiede che nella Finanziaria 2008 venga alzato da 303 milionidi euro a 400 milioni lo stanziamento per il servizio civile ribadendo la propria preoccupazione soprattutto sul versante della qualità del servizio civile: l’attuale sistema normativo e di suddivisione delle competenze tra Stato e Regioni continua a seguire una logica di "spartizione" dei fondi e di "duplicazione dei ruoli" che genera sprechi di risorse, è inefficiente dal punto di vista organizzativo ed inefficace dal punto di vista della qualità. Occorre avviare subito le annunciate riforme sull’organizzazione del SCN, sulle competenze fra Stato e Regioni e sul sistema stesso di finanziamento – conclude la CNES.

Comments are closed.