SOCIETA’. Contribuenti.it: rischio sovra indebitamento per le famiglie (+28,3%)

Italiani sempre più poveri. Secondo le stime di Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani, nel primo semestre del 2010 il sovra indebitamento delle famiglie italiane è cresciuto del 28,3% rispetto al 2009 e la propensione all’usura è salita del 17,1%, 13% in più rispetto alla media europea. Lo ha calcolato KRLS Network of Business Ethics per conto di Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani che con Lo Sportello del Contribuente e Lo Sportello Antiusura monitora costantemente il fenomeno dell’usura in Italia.

Secondo le stime di Contribuenti.it, nel primo semestre del 2010 in Italia vi sono 3.050.000 famiglie sovra indebitate di cui 1.715.000 famiglie a rischio d’usura e 1.150.000 famiglie a rischio alimentare.

Nel 2010 al primo posto tra regioni maggiormente esposte al rischio usura troviamo il Piemonte, seguito dalla Campania, Valle d’Aosta, Sicilia, Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana, Veneto, Lazio, Puglia, Calabria, Liguria, Friuli V-Giulia, Umbria, Trentino-A.Adige, Sardegna, Basilicata, Marche e Molise. Invece, tra le province, le più esposte risultano essere Palermo, Venezia, Agrigento, Aosta, Napoli, Matera, Lecce, Caserta, Crotone, Vibo Valentia, Caltanissetta, Imperia, Trieste, e Belluno; al contrario, Campobasso, Siena e Isernia sono le province dove il livello di sovra indebitamento è più basso.

Comments are closed.