SOCIETA’. Da oggi a giovedì il Parlamento Ue è in Plenaria a Strasburgo

Oggi 20 ottobre il Parlamento europeo è in seduta Plenaria nella sede di Strasburgo. I temi che affronterà in serata sono: la tutela dei minori in internet, le norme sui divorzi delle coppie internazionali, la raccolta dei dati personali dei passeggeri aerei e il quadro normativo a tutela del lavoro interinale.

Per quanto riguarda la sicurezza dei minori in internet il Parlamento è chiamato a adottare un programma, di 55 milioni di euro, che mira a proteggere i minori che usano Internet e altre tecnologie di comunicazione, come i telefoni cellulari, con un occhio di riguardo alla pedopornografia e all’adescamento on line. Le attività riguarderanno la sensibilizzazione del pubblico, in particolare dei minori, dei genitori, degli assistenti e degli educatori sulle opportunità e sui rischi connessi all’uso delle tecnologie in linea e sui mezzi che permettono di rimanere in linea in tutta sicurezza; servizi che utilizzano nuove piattaforme di distribuzione, come i servizi audiovisivi che utilizzano le reti della telefonia mobile.

Le attività dovranno quindi promuovere la sensibilizzazione dei cittadini in maniera coordinata in tutta Europa. Saranno incoraggiate iniziative per consentire ai minori di fare un uso responsabile delle tecnologie in linea, in particolare mediante programmi di alfabetizzazione o educazione mediatica. Le attività incentiveranno anche metodi di diffusione di informazioni e di sensibilizzazione di un numero elevato di utenti, ad esempio attraverso la cooperazione con i mezzi di comunicazione di massa, la distribuzione in linea di contenuti creati dagli utenti e il sistema scolastico.

Verranno creati punti di contatto ai quali i genitori e i minori potranno rivolgersi per avere una risposta su come navigare in linea in sicurezza, comprese consulenze su come contrastare la manipolazione psicologica a scopo sessuale (grooming) e il bullismo in linea. Le azioni saranno destinate a migliorare i metodi e gli strumenti di sensibilizzazione in modo da renderli più efficaci ed efficienti sotto il profilo economico, a garantire lo scambio di buone pratiche e la cooperazione transfrontaliera in Europa e a livello internazionale.

Il Parlamento è consultato poi su una proposta di regolamento che intende chiarire le norme sulla competenza giurisdizionale, sul riconoscimento e sull’esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e quelle norme sulla legge applicabile, introducendo un certo grado di autonomia delle parti. I deputati insistono sulla necessità di garantire a entrambi i coniugi le informazioni sulle conseguenze giuridiche e sociali della scelta della giurisdizione e della legge applicabile.

In Aula sarà aperto un dibattito sull’efficacia e l’adeguatezza del sistema di raccolta dei dati personali dei passeggeri aerei. I deputati della commissione parlamentare per le libertà civili sottolineano il fatto che i dati PNR (Passenger Name Record) sono dati originariamente raccolti per usi commerciali, ma ora servono per un numero crescente di ragioni di sicurezza (quali la sicurezza aerea, il controllo dell’immigrazione, della frode fiscale, il riciclaggio di denaro, la prevenzione del terrorismo e di crimini e la prevenzione di malattie infettive, ecc.), poiché adottati dal settembre 2001 da Stati Uniti, Canada, Australia e più recentemente da Regno Unito, Francia e Danimarca. Osservano quindi che le ragioni e le relative condizioni per il trattamento dei dati differiscono da paese a paese e sono soggette a continua evoluzione.

Infine l’Aula è chiamata a adottare una direttiva che stabilisce un quadro normativo Ue a tutela dei lavoratori tramite agenzia interinale. Si sancisce il diritto dei lavoratori a godere di condizioni d’occupazione almeno identiche a quelle applicabili ai dipendenti veri e propri, inclusi i diritti di essere informati sui posti vacanti nelle imprese in cui operano e ad esservi assunti, nonché di accedere alle strutture collettive (mense, asili nido e trasporti) e alle attività di formazione disponibili.

Per seguire la diretta della Plenaria cliccare qui

Comments are closed.