SOCIETA’. Dal 3 maggio a Carpi “Stupefatti di Spazio”

Stupefatti di Spazio. E’ questo il titolo della mostra che sarà allestita a Carpi (MO) nello Spazio Industriale Ex Cappellificio Rossi Lugli dal 3 al 26 maggio. L’evento fa parte delle iniziative promosse dal Festival Internazionale delle Abilità Differenti che per questa X edizione ha scelto il titolo "Lo stupore che ricrea". Lo riferisce in un comunicato Nazareno Coperativa Sociale.

Ventinove gli artisti che espongono: grandi opere di artisti Outsider e piccole opere di grandi maestri tra i quali Balla, Fontana, Morandi. "Il tema dello spazio e della sua misura – si legge nella nota – riguarda da vicino l’uomo, la propria concezione di sé e del mondo. Fin dalla nascita del pensiero, l’uomo ha tentato di leggere e definire l’universo codificandolo in forme e numeri, nel tentativo di determinarne un ordine". L’arte dunque come "lo spazio espressivo che reagisce alla mostruosa separazione tra intelletto ed emozione, favorendo un’unità".

La mostra sarà introdotta da una tavola rotonda sabato 3 maggio alle ore 16 presso la Sala delle Vedute del Castello dei Pio di Carpi. Interverranno: Bianca Tosatti, Storica dell’arte – Curatrice della Mostra, Alessandro Meluzzi, Psichiatra e Psicoterapeuta
Fondatore della comunità AGAPE MADRE DELL’ACCOGLIENZA scarl-onlus, Luigi Benatti, architetto realizzatore di alcuni spazi di cura della Cooperativa Nazareno, Luigi Cavadini, Direttore artistico del Museo di Arte Contemporanea di Lissone, Marco Vallora, docente di Estetica al Politecnico di Milano e di Storia dell’Arte all’Università di Urbino e Parma, Corrado Marcetti, Direttore della Fondazione Michelucci

Comments are closed.