SOCIETA’. Decreto salva banche, Auser: ecco chi pagherà il conto

Quando il governo italiano ha deciso di varare un decreto per adottare misure urgenti rivolte a garantire la stabilità del sistema creditizio e la continuità nell’erogazione del credito alle imprese ed ai consumatori, in tanti ci siamo chiesti chi avrebbe pagato il conto di questa grave crisi dei mercati finanziari. L’arcano è stato svelato dal decreto legge del 9/10 n. 155 che nell’articolo 1, comma 7, punto A rivela che a pagare la crisi saranno anche le associazioni di volontariato e i loro soci, e la ricerca. E’ quanto rende noto attraverso un comunicato stampa l’Auser che aggiunge: "Non vogliamo entrare nel merito della natura e della gravità della crisi, né delle ragioni che impongono al governo di intervenire per fare la sua parte rispetto alla stabilità del sistema creditizio ma non è concepibile che si penalizzano lavoratori, famiglie, risparmiatori, allo stesso modo che si riducano le risorse alla ricerca, all’università ed al 5×1000 che rappresenta una delle poche risorse a disposizione dei cittadini per aiutare chi aiuta concretamente".

Comments are closed.