SOCIETA’. Disoccupazione in aumento e inflazione stabile nell’Ue. Dati Eurostat

Aumenta il tasso di disoccupazione nell’Unione Europea: a marzo 2009 l’Eurostat ha registrato il valore medio di 8,9% nell’area euro, contro l’8,7% del mese precedente e di 8,3% nell’Ue27, contro l’8,1% di febbraio 2009. Più significativo l’incremento della disoccupazione su base annuale: a marzo 2008 il tasso dell’area euro era di 7,2%, quello dell’Ue27 di 6,7%.

Secondo le stime dell’Eurostat nel mese di marzo 2009 i disoccupati sono stati oltre 20 milioni nei 27 Stati membri, di cui 14,158 milioni nell’area euro. Sono sempre i Paesi Bassi a registrare il tasso di disoccupazione più basso (2,8%) e la Spagna registra quello più elevato (17,4%).

L’incremento annuale della disoccupazione maschile è stato di oltre 2 punti percentuali, quello femminile di un punto e quello giovanile, dei ragazzi con meno di 25 anni dello 0,3%. Negli Stati Uniti il tasso di disoccupazione a marzo 2009 è stato di 8,5% e in Giappone di 4,4% nel mese di febbraio 2009.

Dovrebbe, invece, restare stabile allo 0,6%, secondo le stime flash dell’Eurostat, il tasso di inflazione dell’area euro.

Comments are closed.