SOCIETA’. Domani a Parigi 50 giovani europei raccontano il loro “primo lavoro all’estero”

"Il tuo primo lavoro all’estero", si chiama così l’iniziativa della Commissione Ue che si terrà domani a Parigi e che vedrà uno scambio di esperienze tra 50 giovani in cerca di lavoro, consulenti EURES che li hanno aiutati a trovare lavoro e datori di lavoro. EURES è la Rete europea dei servizi dell’occupazione che ha seguito 50 giovani lavoratori in Europa durante il loro periodo all’estero condividendo le loro difficoltà e i loro successi collocandoli presso datori di lavoro registrati nel portale europeo per la mobilità occupazionale. Da ingegneri a camerieri, da esperti di marketing ad architetti, persone dalla più svariata provenienza sociale hanno migliorato le loro abilità in un altro contesto lavorativo.

"La libertà di movimento al di là dei confini nazionali è diritto inalienabile di tutti i cittadini europei. Dalle vicende di questi giovani emerge in modo chiaro che un mercato del lavoro realmente mobile mantiene l’economia sana e consente ai singoli individui di acquisire una preziosa esperienza personale e professionale a livello internazionale" ha affermato il Commissario europeo Vladimír Špidla responsabile per l’occupazione. Erasmo Benna, 34 anni, italiano, ha lavorato quale ingegnere aerospaziale per AEROTEC Engineering in Germania. Ecco cosa dice: "Ho scelto di lavorare all’estero per fare nuove esperienze, imparare una nuova lingua e migliorare le mie capacità professionali. Avevo delle occasioni di lavoro nel mio paese ma in Germania posso ora lavorare nel campo specifico su cui erano imperniati i miei studi: l’aeronautica. Il sostegno datomi dal mio datore di lavoro mi ha aiutato a sormontare la distanza dalla mia famiglia, lo stress iniziale legato a un nuovo lavoro e alla necessità di organizzare la mia nuova vita."

L’evento di domani si tiene nel corso delle Giornate europee del lavoro 2008, una serie di più di 500 fiere e altri eventi affini imperniati sul lavoro che riuniscono, tra settembre e ottobre, i datori di lavoro e le persone in cerca di lavoro dell’Ue. Attualmente più di 5 milioni di europei, cioè circa il 2,2% della forza lavoro europea, vive in un altro Stato membro stando ai dati provenienti dall’indagine 2007 sulle forze di lavoro condotta dall’Ue.

Le persone in cerca di lavoro possono accedere in qualsiasi momento a 1,4 milioni di posti di lavoro tramite il portale EURES e a loro volta i datori di lavoro possono utilizzare il servizio per reclutare personale.

Comments are closed.