SOCIETA’. Elezioni regionali, Liguria: 13 punti dell’Altraeconomia per i candidati governatori

Un’innovativa delega all’Altraeconomia e agli stili di vita consapevoli che faccia da cabina di regia per uno sviluppo sostenibile del territorio. È questa la richiesta, articolata in tredici punti, rivolta da 31 associazioni liguri ai candidati governatori per le prossime elezioni regionali. In vista della costituzione di una nuova Giunta, Legambiente Liguria, Movimento Difesa del Cittadino, Amici di Beppe Grillo Genova, Liguria Biologica e molte altre realtà presenti da La Spezia a Ventimiglia, si sono unite per proporre a Claudio Burlando (Pd) e Sandro Biasotti (Pdl) un impegno concreto nei prossimi cinque anni per una nuova politica verde, partecipata e giusta su temi importanti come la salute, l’energia, l’ambiente, le infrastrutture e la mobilità, i rifiuti, la gestione del territorio e dei beni comuni, la finanza etica.

Al confronto si è per ora prestato solo il Governatore uscente del centrosinistra, che ha incontrato ieri sera a Genova, numerosi esponenti dell’Altraeconomia. Pur dichiarandosi contrario alla condanna di grandi infrastrutture come la Tav, Burlando ha comunque accolto numerosi punti del documento, promettendo il proprio impegno soprattutto per l’agricoltura biologica, le energie rinnovabili, le politiche per la casa, la salvaguardia del territorio (sottoposto in Liguria a un forte pericolo idrogeologico), la sanità e la zonizzazione acustica. "Siamo soddisfatti delle risposte che ci sono state date – spiega Vittorio Bigliazzi, responsabile di MDC Liguria – consideriamo notevole per esempio che il candidato del Pd abbia ammesso di aver cambiato idea nel corso del tempo su alcune questioni e soprattutto per quanto riguarda il valore positivo della raccolta differenziata". Come già avvenuto in passato per il commercio equosolidale l’ex Ministro dei Trasporti ha infine chiesto alle associazioni presenti di preparare proposte concrete per l’avvio di veri e propri percorsi legislativi. Si tratta di una "sollecitazione di forte valore" per MDC che, insieme alle altre associazioni, si sente già pronta a progettare con la Regione la nuova Liguria sostenibile.

Comments are closed.