SOCIETA’. Emilia Romagna, presto operativi gli sportelli antidiscriminazioni

Attività di orientamentamento e consulenza, raccolta di segnalazioni, sostegno di progetti per l’integrazione. Di questo si occuperanno gli sportelli regionali contro le discriminazioni, ideati in Emilia Romagna per prevenire ed eliminare ogni disparità di carattere sociale ai danni dei cittadini stranieri. L’iniziativa, nata in occasione dell’Anno Europeo delle Pari Opportunità per tutti, sarà avviata già da metà luglio in collaborazione con le Province ed i Comuni del territorio.

La rete di sportelli è coordinata dal Centro regionale sulle discriminazioni nato nel 2007. Quattro gli obiettivi che si prefigge l’amministrazione, in base a quanto stabilito dal Testo Unico sull’immigrazione (recepito dalla L.regionale 5/2004): prevenzione di azioni discriminatorie: promozione di progetti tesi a favorire lo scambio culturale ed a sviluppare ricerche, studi e corsi di formazione; rimozione delle condizioni pregiudizievoli; monitoraggio e verifica delle situazioni sul territorio. I luoghi in cui si svolgeranno le attività, definiti nodi di raccordo territoriali, vengono individuati insieme a Province e Comuni capo-distretto.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Comments are closed.