SOCIETA’. Eurostat: a novembre 2008 disoccupazione in aumento e Pil in calo nell’area euro

Mentre l’inflazione cala il tasso di disoccupazione dell’Unione Europea aumenta. Nel mese di novembre 2008 il valore ha raggiunto il 7,8% nell’area euro e il 7,2% nell’Ue a 27, contro i valori rispettivi di 7,7% e 7,1% del mese precedente. Tra novembre 2007 e novembre 2008 il tasso di disoccupazione maschile è cresciuto, nell’area euro, di quasi un punto percentuale e quello giovanile di quasi due punti percentuali.

Sono i dati pubblicati oggi dall’Eurostat, secondo il quale a novembre 2008 i disoccupati nell’Ue sarebbero stati quasi 17.500, tra uomini e donne, con un aumento di circa 274mila unità rispetto al mese di ottobre e di oltre 1 milione rispetto a novembre 2007. I Paesi con il tasso di disoccupazione più bassa sono stati i Paesi Bassi (2,7%), l’Austria (3,8%) e Cipro (3,9%) mentre quelli con il tasso più elevato Spagna (13,4%) e Slovacchia (9,1%). Il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti è stato del 6,7% e in Giappone del 3,9%.

Passando ai dati sulla crescita economica, l’Eurostat ha registrato una diminuzione del Pil dell’area euro e dell’Ue a 27 pari allo 0,2% nel corso del terzo trimestre 2008. In particolare nell’area euro si è registrato un calo degli investimenti e un aumento delle importazioni. In diminuzione anche il Pil degli Stati Uniti (-0,1%) e del Giappone (-0,5%).

Comments are closed.