SOCIETA’. Federalismo, ANCI: “Comuni italiani senza certezze”

"Un federalismo davvero singolare". Questo il commento a caldo dell’ANCI (Associazione nazionale comuni italiani) sulle prime indiscrezioni del testo varato dal CdM in tema di federalismo. La posizione del Comuni è affidata alle parole del presidente Anci Leonardo Domenici: "Le prime indiscrezioni sul contenuto del testo varato dal Consiglio dei Ministri in tema di federalismo fiscale lasciano i Comuni italiani con incertezze ancora maggiori di quelle che potevano avere fino a ieri". Per Domenici, infatti, "se le indiscrezioni trovassero conferma, verrebbero a mancare certezze sia sul fronte delle funzioni che i Comuni saranno chiamati a svolgere, sia sulle entrate che dovrebbero garantire loro di poterle assicurare ai cittadini".

"Da quanto si apprende – continua Domenici – verrebbe meno l’idea di un tributo capace di dare autonomia e responsabilità ai Comuni, così come detto esplicitamente nel testo del Governo consegnatoci lo scorso 4 settembre. Invece di andare a nuovo incontri di approfondimento, come concordato, ecco che oggi appare un nuovo testo, per giunta già varato dal Consiglio dei Ministri. Con questi presupposti di metodo e di merito non si capisce su quali basi l’ANCI dovrebbe partecipare alla Conferenza Unificata del 18 settembre prossimo". Per il presidente dell’ANCI "sembra che nonostante le intenzioni di alcuni ministri, la linea di questo Governo sia quella di tornare ad un sistema di finanza derivata, accompagnato da nuove forme di centralismo statale e regionale. Un federalismo davvero singolare".

Comments are closed.