SOCIETA’. Federconsumatori e Adusbef: le famiglie soffrono stress per crisi, non per fine vacanze

"È urgente tornare a parlare dei veri problemi delle famiglie": sono le parole di Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti Federconsumatori e Adusbef, di fronte alle notizie che rimbalzano sui media e che parlano di "stress da rientro post-vacanza". Uno stress che, per le associazioni dei consumatori, riguarda solo pochi italiani, "dal momento che il vero stress l’hanno provato tutti coloro che non si sono potuti affatto permettere di andare in vacanza". La spiegazione è semplice: continuano le ripercussioni della crisi economica.

Le due associazioni sottolineano il peso dell’attuale congiuntura economica: "Tra l’aumento della cassa integrazione (che ha raggiunto oltre 329 milioni di ore), le fabbriche che non riaprono, facendo crescere ulteriormente il tasso di disoccupazione, la caduta verticale del potere di acquisto (dal 2007 al 2010 crollato del 9,6%), la contrazione dei consumi, estremamente preoccupante visto che ha intaccato anche il consumo alimentare, ed i considerevoli aumenti tariffari (energia, spese per la casa, trasporti, spese per la suola), di oltre 1118 euro nel 2010, appare evidente che la famiglie hanno ben altri motivi per cui essere stressate".

Comments are closed.