SOCIETA’. Forum Terzo Settore: “Inutile la norma sui controlli ai circoli privati”

Secondo il Forum del Terzo Settore, la norma sui controlli ai circoli privati (art. 30 del DL 185/08) è inutile e vessatoria. Il coordinamento del Terzo Settore ritiene che le misure previste da tale norma "non siano idonee ad una effettiva individuazione di eventuali abusi" e siano anzi "motivo di pesanti adempimenti burocratici che finirebbero per penalizzare in particolar modo proprio le esperienze associative più fragili e meno strutturate, che vivono esclusivamente dell’impegno volontario degli associati".

Il Forum del Terzo Settore ribadisce l’importanza dei controlli "per contrastare eventuali usi distorti della forma associazionistica", ma "l’azione degli uffici competenti deve articolarsi sulla base di una effettiva e non superficiale conoscenza del fenomeno associazionistico nelle sue diverse articolazioni".

"L’impressione che invece ricaviamo dal contenuto delle circolari – si legge in una nota del coordinamento del Terzo Settore – del resto confermata da comportamenti recenti degli accertatori, è che l’Agenzia delle Entrate guardi sempre più spesso con pregiudizio all’intero associazionismo, arrivando ad attribuire comunque carattere d’impresa ad ogni forma stabilmente organizzate e ad ogni attività economica anche quelle attivate dalle associazioni a sostegno delle proprie finalità istituzionali".

Il coordinamento del Terzo Settore chiede "che in tempi brevissimi venga istituito un tavolo tecnico di confronto tra il Ministero dell’Economia, il Ministero della Solidarietà Sociale ,l’Agenzia per le Onlus e il Forum del Terzo Settore, allo scopo di concordare le misure ed i parametri da porre in atto per rendere realmente efficace e non inutilmente vessatoria tale norma".

Comments are closed.